Sicilia Continente Gastronomico

I grandi Chef e la Tradizione

Il Grand Tour

L'Anima

(…) Le due opere che consacrarono la Sicilia quale meta indispensabile furono: nel 1771 Reise durch Sizilien und Großgriechenland (Viaggio attraverso la Sicilia e la Magna Grecia) di Johann Hermann von Riedesel, barone di Eisenbach su Altenburg, diplomatico e ministro plenipotenziario alla corte di Vienna di Fe- derico II di Prussia; e nel 1773 A Tour Through Sicily and Malta (Viaggio in Sicilia e a Malta) del militare scozzese Patrick Brydone, una delle prime trattazioni dedicate interamente all’isola. La visitò nel 1770 toccando Messina, l’Etna, Taor- mina, Siracusa e Palermo, dove raccontò del Festino di Santa Rosalia.
L’opera di von Riedesel, che ebbe grande successo, trattava anche di temi spinosi come quello dei «campieri», una forma arcaica di malavita che troverà nell’era contemporanea un’espressione globale. Tradotta in francese e in ingle- se, divenne una sorta di testo u ciale della sicilianità raccontata.
La fama di Selinunte fu arricchita anche dal paesaggista tedesco Philipp Hackert. Sul frontespizio del suo volume Vues de la Sicilie (Vedute della Sicilia) una commovente immagine delle rovine. (…)

pag. 26, testo tratto dal capitolo Grand Tour / sez. L’anima

Sicilia Continente Gastronomico
I grandi Chef e la Tradizione
testi di Francesco Pensovecchio
foto © Benedetto Tarantino
Giunti Editore
ISBN 978-88-09-85659
€ 35,00

Le Soste di Ulisse

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.